1196564
Oggi
Ieri
Questa Settimana
Questo Mese
Ultimo Mese
Tutti Giorni
367
394
3273
8740
30160
1196564

Your IP: 18.232.99.123
Server Time: 2019-07-21 13:52:35

 

Nella splendida cornice del golfo di Luino, costa orientale del Lago Maggiore, a metà circa della passeggiata recentemente sistemata, tra le più lunghe dell'intero Verbano, che si snoda partendo dal Porto Vecchio (con l'inconfondibile statua dorata della Madonnina ed il caffè Clerici), fino al Porto Nuovo ha sede l’Associazione Velica dell’Alto Verbano che ha da poco festeggiato gli 80 anni dalla fondazione ed è tra le più antiche Associazioni Veliche del Verbano.

L’AVAV ha organizzato nei giorni 4 e 5 maggio 2019 l’edizione 2019 della tradizionale regata “Coppa Pujan”. Regata riservata alle classi e Dinghy e Snipe.

Proprio gli Snipe hanno rappresentato in questa edizione la novità e insieme il grande ritorno sul Lago Maggiore di una classe un tempo attivissima su queste sponde.

Tre le flotte Snipe presenti a Luino: Ceresium, Svizzera e Orta. In particolare Orta, in passato storica culla di gremitissime regate snipe, si riaffaccia ora in azione, sostenuta dalle energie della Flotta Ceresium (Lago di Lugano – Porto Ceresio) quale madrina del notevole impegno profuso Ceresium per divulgare e riorganizzare la classe Snipe sui nostri laghi.

La mitica deriva a spigolo ha offerto una bella dimostrazione della propria competitività ed indiscutibile fascino ed eleganza. Nel corso delle tre prove che si sono svolte, con vento che oscillava dai 14/16 nodi, gli equipaggi si sono sfidati in una competizione tecnica ma anche muscolare considerate le condizioni impegnative.

L’equipaggio svizzero, portabandiera di una neonata flotta ticinese, oltre ad aver offerto una prestazione di rilievo ha dato un tocco di internazionalità alla competizione.

Di rilievo la gestione delle prove a cura ad un ottima giuria, che è riuscita a coordinare al meglio le due classi, Snipe e Dinghy. Purtroppo la domenica non è stato possibile svolgere alcuna prova a causa di un forte vento da nord che superava i 30 nodi.

Ottima l’organizzazione dell’Associazione Velica dell’Alto Verbano che, oltre all’indiscutibile fascino e comodità della struttura, nella quale tutto è ricoperto dalla preziosa patina lasciata dal succedersi di eventi velici nelle acque del Verbano, ha messo a disposizione personale e attrezzature con grande padronanza dell’evento.

Un fine settimana ricco di entusiasmo, incoraggianti legami con il passato e grande stimolo per le attività future, si è concluso Domenica 5 maggio con la premiazione alle ore 12.00 nella sede AVAV dei vincitori.

LA CLASSIFICA FINALE